I braccianti sarebbero esclusi dalla proroga del bonus di 600 euro per i mesi di aprile e maggio. Comunicato UIL e UILA Campania

I braccianti sarebbero esclusi dalla proroga del bonus di 600 euro per i mesi di aprile e maggio. Comunicato UIL e UILA Campania

Comunicato stampa
UIL e UIL Campania

“DECRETO DI MAGGIO: UIL E UILA: NON PROROGARE IL BONUS DI 600 EURO AI BRACCIANTI E’ UN’INGIUSTIZIA”

Braccianti agricoli esclusi dalla proroga del bonus di 600 euro per i mesi di aprile e maggio, se l’indiscrezione fosse confermata, affermano Giovanni Sgambati e Emilio Saggese, rispettivamente segretari di UIL e UILA  Campania sarebbe una vera ingiustizia nei confronti di questa categoria di lavoratori.

Sono 70 mila i braccianti in Campania, una delle categorie e dei settori più colpiti dalle conseguenze della pandemia.
Secondo delle indiscrezioni i braccianti sarebbero esclusi dal nuovo decreto di maggio e, quindi, a loro non spetterebbe il sostegno al reddito.
“Sarebbe un paradosso amaro, dicono Sgambati e Saggese, se ai datori di di lavoro spettasse il sostegno e agli operai agricoli no.”
L’appello di Sgambati e Saggese è rivolto ai deputati e ai senatori campani affinché una simile ingiustizia non si verifichi ai danni di una categoria debole e messa già in ginocchio.