Forestali ancora in stato di agitazione per il rinnovo del contratto

Forestali ancora in stato di agitazione per il rinnovo del contratto

Dopo un primo presidio dei sindacati Fai, Flai e Uila tenutosi martedì (14 settembre) a Roma  di fronte alla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, oggi nuova manifestazione dei sindacati di categoria a Roma, dalle 9 alle 13, davanti al Ministero per le Politiche Agricole per protestare contro l’ennesimo stallo della trattativa per il rinnovo del contratto collettivo nazionale degli operai idraulico forestali, scaduto nel lontano 2012. Un comparto che interessa circa 65.000 lavoratori.

Presente alla mobilitazione la delegazione della Uila Campania rappresentata da Antonio De Lillo, segretario generale Uila Avellino-Benevento. A Roma si sta attendendo l’autorizzazione alla firma delle Regioni da parte del governo centrale.

La trattativa, dopo la definizione di tutti gli aspetti normativi ed economici del nuovo contratto, raggiunta il 4 agosto scorso insieme alla parte datoriale pubblica e privata, ha subìto un nuovo rinvio a causa della necessità di approfondimento da parte della Conferenza delle Regioni e del Mipaaf per chiarire definitivamente la titolarità alla firma del Ccnl per gli addetti ai lavori di sistemazione idraulico-forestale e idraulico-agraria, dipendenti dalle Regioni.

Per il file in Pdf clicca qui: Presidio Roma 16 settembre 2021