Congresso Regionale UIMEC Campania: Vera Buonomo confermata, all’unanimità, Presidente Regionale

Congresso Regionale UIMEC Campania: Vera Buonomo confermata, all’unanimità, Presidente Regionale

E’ entrato nel vivo il VI congresso della UILA Campania e Napoli che vedrà la sua conclusione il 9 maggio 2018 a Portici.

Il 13 aprile è stata la volta della UIMEC Campania con lo slogan “Tutte le terre possono produrre tutto”, a Castel Volturno, nel bene confiscato alla camorra, “ Le terre di Don Peppe Diana”, luogo simbolo di una vittoria comune sulle mafie.

Al tavolo della presidenza Alessandro Ranaldi Presidente Nazionale UIMEC, Giovanni Sgambati Segretario Generale UIL Campania, Emilio Saggese Segretario Generale UILA Campania e Napoli, Vera Buonomo Presidente UIMEC Campania e Salvatore Ciardiello stimato produttore e dirigente Uimec

Tra i presenti Franco Alfieri Consigliere del Presidente De Luca Delegato all’ agricoltura, foreste, caccia e pesca, l’on Stefano Graziano e il Sindaco di Castel Volturno .

“Luogo simbolo – ha esordito Vera Buonomodi un’attività che rappresenta il frutto di una battaglia che non ha eguali. In cui dei ragazzi, scevri da ogni condizionamento e armati di tanto coraggio, hanno voluto fare una scommessa con loro stessi e con il territorio ma, soprattutto, con e per la loro terra investendo in un progetto di vita. Come altri che sono presenti oggi.”

“Le agromafie – ha continuato il Presidente – hanno messo le mani su molti prodotti agricoli. Si tratta di un segmento produttivo che riguarda milioni di persone la cui gestione garantisce un controllo capillare del territorio anche, e soprattutto, nell’ottica di ulteriori sviluppi imprenditoriali. Soldi e consenso. L’accoppiata vincente delle organizzazioni delinquenziali ad ogni latitudine. Un mercato infiltrato dalla delinquenza è un mercato malato. Dove non esiste concorrenza ma solo monopolio. E’ un mercato che non vogliamo e a cui ci dobbiamo ribellare.

“Siamo ancora e sempre – ha concluso Vera Buonomoil Sindacato dei cittadini delle persone e del territorio. Siamo, nonostante tutto, Presidio sociale. Così come un bene confiscato alla camorra può diventare cooperativa che produce lavoro e inclusione sociale un Sindacato può andare incontro al cambiamento attraverso le sfide della rappresentanza e della confederalità. Perché per noi la Terra di lavoro è terra di prodotto sempre solo se è Libera TeRra, dove c’è il Lavoro c’è Sindacato. E proprio in queste terre che “possono produrre tutto” continua ad esserci la UIMEC e con noi continuano ad esserci la UILA e la UIL”.

Il dibattito, grazie anche alla relazione che ha dato stimoli, è stato ricco ed interessante con tanti imprenditori che oltre a discutere e approfondire i problemi del comparto ci hanno fornito anche interessanti spaccati di percorsi personali e imprenditoriali in una zona oggettivamente difficile.

Le conclusioni sono state del Presidente nazionale UIMEC Alessandro Ranaldi al termine delle quali si è provveduto all’elezione dei delegati al Congresso Regionale della UILA Campania e Napoli e all’elezione degli organismi dirigenti.

Ci va di sottolineare che all’unanimità è stata riconfermata Vera Buonomo alla Presidenza Regionale UIMEC mentre la Segreteria, sempre all’unanimità è stata così composta: Salvatore Ciardiello vicePresidente regionale e Alessandro Sepe, Virginio Bianco e Della Rocca Nicola componenti della Segreteria.

DSC_0172DSC_0229DSC_0216DSC_0218DSC_0222DSC_0224